Intervista a Fabio Badolato, giovane neodirettore Calabrese dell’hotel Artis di Roma.

fabio-badolato
Hotel Artis, Albergo e Centro congressuale. La ricetta del successo? Tecnologia, Formazione e Professionalità.


Fabio Badolato, oltre ad essere un caro amico è anche un giovane direttore di albergo di una nuova struttura alberghiera di Roma, l’Hotel Artis, che a Luglio di questo anno ha festeggiato il suo secondo anno di attività. Ho approfittato di una mia trasferta nella Capitale per sottoporgli una breve serie di domande per conoscere meglio il suo percorso professionale e soprattutto per capire, da un addetto del settore, come e dove sta andando il nostro settore turistico.

Fabio, raccontaci di quando sei stato nominato direttore e che cosa ha significato per te questo impegno?
Ho iniziato ad essere direttore dell’hotel Artis a Dicembre del 2011. L’hotel era stato avviato da poco più di un anno ma, a mio avviso, la fase di start-up era stata programmata e organizzata in un modo che avrebbe presto portato la struttura a delle difficoltà di gestione. Il mio modo di rivedere il lancio della struttura sul mercato ha convinto l’imprenditore, che non smetterò mai di ringraziare per l’opportunità offertami e la fiducia che da subito ha riposto in me, ed eccomi qui! Quel momento ha significato per me la realizzazione di un percorso ben tracciato e voluto già dal conseguimento della Laurea in Economia e Gestione dei Servizi Turistici, conseguita nel 2000 presso l’Università degli Studi della Calabria. Le esperienze maturate negli anni a venire, in diverse strutture alberghiere in giro per l’Italia, avevano come obiettivo quello di farmi arrivare preparato a quel momento. Oggi, dopo un anno, posso dire che i risultati che sto ottenendo stanno ripagando tutti i sacrifici fatti.

La globalizzazione del mercato e la crisi mondiale sono fattori che stanno rivoluzionando anche il settore alberghiero. Quali sono le strategie in atto per affrontare e vincere la sfida?
Le strategie sono dettate dal mercato. Soprattutto in un momento difficile come questo bisogna essere in grado di soddisfare le sue esigenze e, soprattutto, essere capaci di prevedere il futuro, bisogna prepararsi alla ripresa.  L'ospite di oggi è abituato a viaggiare, è più consapevole dei suoi diritti, si aspetta un certo standard "internazionale" di qualità nell'accoglienza, vuole ricevere ed inviare, leggere e condividere informazioni utilizzando dispositivi mobili. Per soddisfare queste esigenze bisogna puntare su quello che in gergo è definito il “cliente interno”, ossia le nostre risorse umane, e sulle collaborazioni con aziende leader del settore. Bisogna costantemente investire sulla formazione del personale ed essere in grado di guardare prima i benefici derivanti dalla professionalità, poi i suoi costi. Stesso discorso vale per gli strumenti di lavoro. È impensabile oggi lavorare senza un buon gestionale alberghiero, un ottimo channel manager, un software per monitorare la propria reputazione on-line, un sito web che sia in grado di tener testa a quelli delle grosse compagnie di intermediazione on-line. Noi stiamo  affrontando quest’ultimo investimento proprio in questo periodo e vogliamo essere assolutamente certi che ad affiancarci siano dei professionisti in grado di fornirci uno strumento potente, indispensabile per raggiungere i risultati che ci siamo prefissati.

hotel artis
Quanto sono  importanti internet e le moderne tecniche di Social Marketing per una struttura alberghiera?
Ovviamente internet è diventato uno strumento di marketing importantissimo. Nel settore turistico alberghiero chi avrà successo saranno i direttori che useranno in maniera professionale tutti i canali e tutti gli strumenti disponibili.
Non dobbiamo pensare soltanto alle prenotazioni on-line, ma anche ai canali esistenti prima dell’arrivo di internet. Quei canali oggi stanno superando le difficoltà alle quali l’intermediazione on-line li ha sottoposti e stanno riconquistando il loro posto nel settore turistico mondiale. Parlo dei grossisti e di tecnologie come i GDS e i CRS
Il futuro ad ogni modo sono sicuramente i Social Network (Facebook, Twitter, ecc) che presto diventeranno i principali motori di prenotazioni. Ci sono ovviamente anche loro tra gli strumenti che stiamo testando e che credo ci potranno portare indubbi risultati.

So che sei molto legato alle tue origini, cosa pensi delle strutture alberghiere in Calabria e del turismo della tua regione?
“La Calabria ha un grosso potenziale e servono le figure adatte per utilizzarlo!”, questo mi dicevano quando ho frequentato l’università. Le figure adatte ci sono, sono le aziende a non essere in grado di dare continuità al processo formativo e utilizzare  le figure professionali che le scuole e le università sfornano periodicamente.
Sicuramente il turismo regionale è fortemente penalizzato dalla scarsa sensibilità degli enti preposti allo sviluppo turistico della regione. Penso alla poca attenzione alle vie di comunicazione, ai trasporti, alle scarse azioni di marketing territoriale, alla poca sensibilità per il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio storico, culturale e delle tradizioni, all’assenza di servizi al turista, e soprattutto, alla scarsa offerta formativa per gli addetti ai lavori. Dall’altra parte però ci sono le singole imprese che non fanno niente o comunque fanno troppo poco per cercare di migliorare la situazione, basta pensare alla poca attenzione della classe imprenditoriale alla rivoluzione del settore alberghiero di cui abbiamo parlato. A parte qualche raro caso l’imprenditore calabrese manda avanti la sua impresa alberghiera senza avere le conoscenze minime indispensabili che servono oggi per farlo. I giovani più ambiziosi si rendono presto conto che se vogliono investire sul loro futuro professionale devono farlo altrove e questo manda in fumo l’investimento fatto dalle scuole e dalle università per la loro formazione. Penso che la soluzione stia nella formazione, partendo da quella degli imprenditori e dei manager però!

Fabio Badolato è anche HotelCare, società di consulenza alberghiera, cosa fa HotelCare per la Calabria?
HotelCare nasce 2 anni fa dall’unione di idee e progetti con Luca Armano, attualmente Manager per una società che si occupa dello sviluppo e compravendita di strutture alberghiere. HotelCare ha come obiettivo principale quello di stabilire una linea di comunicazione tra tutto quello che riguarda le nuove tecniche di gestione alberghiera e i mercati che non sono riusciti a stare al passo con l’evoluzione del settore.
In questo progetto non poteva non rientrare il mercato Calabrese. Per il momento siamo in grado di fornire esclusivamente consulenza diretta ma l’obiettivo è quello di diventare un punto di riferimento per la formazione professionale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...